Valcasotto

News

<< Mostra tutti gli eventi e news

IL BORGO DEL GUSTO DI BEPPINO OCCELLI

21 Maggio 2015
IL BORGO DEL GUSTO DI BEPPINO OCCELLI

 VALCASOTTO: BENVENUTI NEL “BORGO DEL GUSTO” DI BEPPINO OCCELLI

VALCASOTTO (CN) - Come dicevamo all’inizio, la “via lattea” nasce dalle Langhe e giunge a Valcasotto, un piccolo borgo di montagna vicino a Pamparato. Un posto magico in cui riscoprire il valore del silenzio e dell’accoglienza. Qui i formaggi di montagna, grazie alla cura costante dei mastri stagionatori, riposano e maturano a lungo su assi di legno che ne sviluppano il gusto e ne arricchiscono la struttura.

Attorno alle cantine di stagionatura, Beppino Occelli ha creato un vero e proprio “Borgo del Gusto”, crocevia di tradizioni, natura, sapori e tranquillità. Un mondo immerso nel verde e nella quiete della Valle Casotto, lontano dal caos cittadino e industriale. Ricchissimo di prati e boschi naturali, bagnati dalle acque pescose del torrente Casotto. Il luogo ideale per godersi una piacevole sosta, trascorrere un weekend o vivere una vacanza rigenerante. Il Borgo di Valcasotto è l’occasione per venire a contatto, in ogni periodo dell’anno, con un ambiente naturale: un paradiso anche per gli appassionati di trekking o mountain-bike, per chi ama passeggiare nei boschi o tra stupendi sentieri, a piedi o a cavallo.

 LE CANTINE DI STAGIONATURA

Beppino Occelli ha recuperato Valcasotto, trasformandolo in un vero e proprio “borgo dei formaggi”. Le Stagionature di Valcasotto hanno una tradizione radicata nelle Alpi Marittime da quasi un secolo:qui i formaggi della Langa e delle montagne cuneesi trovano la loro culla ideale.

Nel buio di queste cantine, dunque, il tempo lavora insieme all’aria e all’acqua, per portare a piena maturazione i formaggi, mentre esperti stagionatori rivoltano periodicamente le forme, le scrutano, le accarezzano, le massaggiano fino al giorno in cui saranno pronte per essere portate in tavola.

Successivamente le forme migliori vengono “premiate”con il trasferimento in cantine più piccole per l’affinatura. Sono lunghi mesi in cui lo speciale microclima ed il contatto con ben 12 legni diversi favoriscono lo sviluppo delle muffe nobili:bianche rosa, aranciate o verdoline.

Il sapore finale del formaggio viene così esaltato e diventa unico.

Dietro ogni formaggio c’è un universo da raccontare, siamo rimasti affascinati dalla storia del formaggio Valcasotto, il formaggio del Re, a forma quadrata, fatto con latte crudo di vacca, secondo una ricetta antica recuperata e reinterpretata da Beppino Occelli. Nei pressi del borgo c’è una casa di caccia dei Savoia la Grangia Reale di Valcasotto. I reali concedevano ai contadini locali di usufruire degli alpeggi e dei pascoli estivi di loro proprietà; a fine estate, come segno di gratitudine, ricevevano in dono questo formaggio “il papà” della Raschera.

LA LOCANDA DEL MULINO

Chi vuole immergersi nella natura e nella quiete del Borgo per più giorni, può pernottare in una delle 8 camere doppie di cui dispone La Locanda del Mulino, finemente arredate, con vista sul borgo e sulle montagne mozzafiato circostanti. Inoltre vi è anche il ristorante, con ampi locali e una terrazza, dove i buongustai possono trovare ristoro, assaporando i piatti del territorio a base di materie prime genuine.

Qui, la signora Alessandra, con il prezioso aiuto del marito, si prende cura degli ospiti con estrema professionalità, portando in tavola la variegatissima gamma di formaggi di Beppino Occelli, abbinata a tutte le ricchezze naturali della Valle.

Il formaggio non è solo un alimento: è storia, arte, cultura, è un modo per stare in compagnia, condividere un’emozione e un’esperienza sensoriale. Il nostro viaggio del gusto con Beppino Occelli non poteva concludersi in modo migliore. 

 

^ Torna in cima